circolo

Posted by Marco Pizzichemi On novembre - 24 - 2011 0 Comment

Siamo arrivati al settimo ed ultimo punto della nostra bozza programmatica:

“Risparmiare e innovare”

In un periodo di crisi economica come quello attuale, ulteriormente aggravato dalle scelte compiute dai Governi nazionali negli ultimi anni che hanno di fatto tagliato pesantemente i finanziamenti a tutti gli enti locali, è fondamentale prestare grandissima attenzione al tema delle risorse. Le casse dei Comuni sono sempre più vuote, ed è quindi indispensabile in primo luogo stabilire con chiarezza in quali direzioni utilizzare i pochi fondi a disposizione. In questo senso vanno le proposte che abbiamo fin qui esposto, che stabiliscono le priorità alle quali ci dedicheremmo nel caso fossimo chiamati ad amministrare la Città.

In secondo luogo, è necessario razionalizzare le spese, evitare gli sprechi, risparmiare e reperire, ove possibile, nuove risorse finanziarie. I margini per realizzare con successo questi obiettivi esistono, a nostro avviso, attuando i seguenti provvedimenti:

  • Composizione della Giunta a 5 componenti, con parità di genere: Sindaco + 4 assessori (2 Donne e 2 Uomini)
  • Taglio dei costi dei Consigli di Amministrazione delle Società Partecipate comunali attraverso la riduzione del numero dei Consiglieri, ove possibile, e dei relativi stipendi e gettoni di presenza
  • Eliminazione del gettone presenza dei Consiglieri Comunali e riduzione del 20% dello stipendio del Sindaco, con risparmio da destinare ad iniziative Sociali; 
  • Utilizzo di soluzioni informatiche basate sul Software Libero per ridurre le spese dovute alle licenze di utilizzo dei software proprietari
  • Razionalizzazione della spesa pubblica comunale attraverso l’ottimizzazione della modalità di esecuzione delle manutenzioni ordinarie e straordinarie del patrimonio comunale (sfalci, asfaltature, immobili) 
  • Riassetto operativo della Società Partecipata ASSP 
  • Riduzione dei consumi energetici comunali attraverso la redazione ed applicazione del Piano Energetico Comunale (riscaldamento, raffrescamento, illuminazione pubblica, energia elettrica, pannelli fotovoltaici)
  • Istituzione di un Ufficio Bandi e Finanziamenti all’interno della struttura comunale, con il compito di monitorare costantemente le possibilità di finanziamento, specialmente europee e regionali, a cui il Comune può accedere
  • Aggiornamento catastale
  • Verifica delle entrate, controlli sui condoni edilizi 1985, 1994 e 2003, riscossione delle mancate entrate, controllo sull’evasione fiscale
  • Specializzazione dei servizi comunali ed eventuale accorpamento con altre municipalità, al fine di garantire una maggiore efficienza e di valorizzare le competenze ed esperienze dei dipendenti comunali, soprattutto in vista delle prevedibili difficoltà di organico a cui il Comune andrà incontro a causa del taglio dei trasferimenti e del blocco del turn over

Marco Pizzichemi

  • RSS
  • Delicious
  • Digg
  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin