circolo

Posted by Marco Pizzichemi On novembre - 17 - 2011 0 Comment

Tra le priorità della prossima amministrazione comunale ci sarà quella di dotarsi di un nuovo strumento di governo del territorio (PGT) in tempi rapidi. La Legge Regionale 11 marzo 2005, N. 12  (“Legge per il governo del territorio”) norma infatti all’Art. 25, comma 1, che “gli strumenti urbanistici comunali vigenti conservano efficacia fino all’approvazione del PGT e comunque non oltre la data del 31 dicembre 2012″.

I tempi per i nuovi amministratori saranno ristretti, ma riteniamo che possano comunque essere sufficienti per portare in adozione a Cesano Maderno un ottimo Piano di Governo del Territorio.

E’ fondamentale in ogni caso arrivare con le idee chiare all’appuntamento dell’amministrazione della Città per riuscire a sviluppare una costruzione partecipata, rapida ed immediata delle scelte pianificatorie. A tal fine riteniamo indispensabile il recupero e la valorizzazione degli studi già effettuati per la redazione del “PGT Bonafede”, praticamente pronto, ma mai adottato dall’ultima amministrazione (potete trovare i documenti inviati in Regione per il procedimento di Valutazione Ambientale Strategica a questo link nel sito del SIVAS):

La costruzione rapida e partecipata del PGT, inoltre, dovrà essere realizzata a nostro avviso tenendo presenti le seguenti linee guida:

  • Arresto del consumo di nuove aree verdi;
  • Riutilizzo del suolo già edificato, con particolare attenzione alle molte aree dismesse presenti sul territorio cittadino;
  • Rafforzamento della cintura verde a chiusura del fronte già edificato;
  • Incentivazione della mobilità alternativa (bici, piedi, etc.);
  • Incremento della sicurezza stradale mediante opere a difesa dell’utenza debole (bambini, anziani, diversamente abili)
  • Realizzazione di una rete di piste ciclabili, con priorità ai punti sensibili quali scuole, ASL, edifici pubblici e stazione, ed istituzione di più aree attrezzate per il parcheggio delle biciclette;
  • Messa a sistema (creazione di una rete) degli spazi verdi pubblici;
  • Mantenimento delle attività produttive e del commercio di vicinato attraverso la rifunzionalizzazione delle aree industriali dismesse;
  • Apertura del Piano di Governo del Territorio alle istanze inascoltate della città, valorizzando pienamente il contributo collaborativo dei cittadini, delle associazioni e degli Enti interessati alla formazione dello strumento urbanistico;
  • Risposta alle esigenze di un più equilibrato sviluppo urbanistico-territoriale di Cesano Maderno, di una maggiore apertura della Città verso il territorio della Provincia di Monza e Brianza, e di una migliore qualità della vita per i nostri Cittadini.

Marco Pizzichemi

  • RSS
  • Delicious
  • Digg
  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin